Skip to main content

Posts

5 grandi errori dei corsi di studio in traduzione - Letras Nómadas

  Di MATI ORTIZ Si parla poco degli errori presenti nei corsi di studio in traduzione, soprattutto quando si tratta di preparare gli alunni ad affrontare la realtà.  Sono d’accordo, è un tema complicato e può suonare politicamente incorretto. Ma forse nessuno ne parla davvero, e secondo me è necessario farlo.   Concorderemo nel dire che tradurre è solo una parte di ciò che facciamo nel nostro quotidiano . Nel mondo reale dobbiamo avere a che fare con gli effetti di un’industria che cambia costantemente, e che però allo stesso tempo dobbiamo capire, se vogliamo guadagnarci da vivere traducendo.     Inoltre, nella realtà, dobbiamo promuoverci e venderci, trattare con i clienti, negoziare con loro, gestire le nostre finanze e, soprattutto, avere a che fare con il nostro mindset . Quanto preparati siamo, una volta terminata l’università, per affrontare tutto ciò?  Molto poco. Ciò significa che l’università non è ben strutturata? Non dico questo. Sono eternamente grato all’università pubbl

Hai già sentito parlare di una conoscenza di sé tossica? - Prosa Coaching

Di JULIANA DE MARI La conoscenza di sé, o la scoperta di se stessi, è un processo personale ed unico, che non può essere condizionato o imposto da modelli altrui.   La conoscenza di sé è sempre un’ottima cosa, vero? Voglio correre il rischio di dire che dipende! Dipende dal modo in cui si sta affrontando il processo. La conoscenza di sé è un flusso continuo, che si rivela man mano che ci “investighiamo” e sperimentiamo; è uno sdoppiamento in termini di nuovi pensieri, sentimenti e comportamenti, tutti ben accetti. Se il tuo cammino ti sta conducendo a riflessioni che ti fanno sentire più presente nella tua vita, questo è positivo, nonostante non sempre sia rapido o comodo. Ma se la scoperta di sé sta creando più “compiti” che comprensione o appagamento, attenzione!  Potremmo essere stati catturati da un’idea totalmente tossica di crescita, ed è possibile che stiamo associando alla conoscenza di sé esattamente ciò che non comporta: una visione perfetta di noi stessi! Quanto più ci conos

Produttività per traduttori - Letras Nómadas

  Di MATI ORTIZ e MARIA JOSÉ BIANCHI Oggi voglio presentarti la traduttrice Maria José Bianchi , che condivide i suoi migliori trucchi sulla produttività, perché noi traduttori possiamo smettere di distrarci e ottimizzare il nostro tempo.    Una delle maggiori sfide da affrontare in quanto traduttori freelance senza un ufficio permanente, è mantenerci produttivi.  Siamo tutti diversi ; abbiamo intorno vari ostacoli da superare, se vogliamo approfittare del nostro tempo al massimo e completare tutti i nostri progetti.  Alcune persone si distraggono facilmente . Hanno vari ostacoli intorno a loro, che possono portarli a perdere la concentrazione:  altre persone in casa, le faccende domestiche, Instagram, il vicino, una chiamata, una mail che arriva e a cui pensiamo di dover rispondere immediatamente Whatsapp…   Altri pensano di avere tutto il tempo del mondo, e che, non avendo un’ “ora d’uscita”, possono lavorare all’ora che vogliono. Sentono di non dover rendere conto a nessuno,  e ch

Come identificare e gestire i clienti tossici di traduzione - Letras Nómadas

  Di MATI ORTIZ Immagini: @elisa_ventur Imparare a identificare e gestire i clienti tossici nella traduzione è, per esperienza, parte del nostro quotidiano.   Perché sì, inutile negarlo, i clienti tossici o complicati esistono, e tutti (sì, tutti) abbiamo dovuto o dovremo averci a che fare in un determinato momento.  Purtroppo è una conseguenza dell’essere freelance . Ciò non significa che un’azienda o un’agenzia non abbiano clienti tossici, anzi, ne hanno eccome. Ma in questi casi esistono dipartimenti creati per trattare esclusivamente con loro.     Ed ecco la cattiva notizia: Anche a te prima o poi toccherà avere a che fare con un cliente del genere. Un cliente difficile è, potenzialmente, un cliente pericoloso e dannoso, se non si gestisce in modo corretto.  Per questo motivo voglio che tu sia pronto a identificarlo, neutralizzarlo, e, eventualmente, liberartene prima che la relazione si rovini del tutto.     Come identificare i clienti tossici: red flags   A volte richiede tempo.